lunedì 23 luglio 2018 ..:: Ingegnere a 600 euro ::..   Login
 Lavoro Riduci

Cercasi ingegnere,
tirocinio a 600 euro

Per uno specializzato trilingue e disposto a spostarsi all’estero, dopo sei mesi con quella paga un contratto di apprendistato, altri tre anni a stipendio ridotto. L’offerta è di un gruppo multinazionale e hanno risposto una cinquantina di candidati: un’altra prova della situazione drammatica del mercato del lavoro

(pubblicato su Repubblica.it il 1 giu 2017) 

“Laurea magistrale a pieni voti in ingegneria civile, ottima conoscenza della lingua tedesca e buona della lingua inglese, gradita esperienza Erasmus, disponibilità a trasferte in Italia ed estero, contratto di 6 mesi, 600 euro netti al mese, ticket restaurant per ogni giorno lavorato, zona Grugliasco”. L’annuncio ha cominciato a circolare sul web, è diventato subito virale e ha scatenato – si può capire – una tempesta.

A proporre questo contratto (e altri simili) è il Gruppo Dimensione, sede a GrugliascoL'annuncio (vicino Torino), che è una piccola multinazionale: 160 dipendenti, 40 milioni di euro di fatturato. Un ingegnere bilingue pagato meno di un addetto alle pulizie?

“E’ tutto sbagliato, stiamo cercando di chiarire, da stamattina si è scatenato l’inferno, telefonano giornalisti e anche persone che ci insultano”. La vice presidente del gruppo, Marie Chantal Manenc, è chiaramente agitata e preoccupata. “Dobbiamo spiegare, questa faccenda è un disastro per l’immagine del gruppo”.

E allora, come stanno le cose?

“Quello è solo un tirocinio, serve per qualificare il candidato, insegnandogli quello che all’università non si impara, e per valutare l’opportunità di assumerlo”.

E poi?

“Guardi, oltre il 90% dei nostri dipendenti hanno contratti a tempo indeterminato. Se il tirocinio si conclude in modo favorevole la persona viene assunta”.

Con che tipo di contratto?

“Con un contratto di apprendista”.

Sono altri tre anni a stipendio ridotto. Finiti i quali?

“Viene inquadrato con il contratto della sua categoria”.

Di che stipendio stiamo parlando?

“Ma, guardi, dipende, dipende dal settore, dalla posizione…”

Va bene, ma una cifra orientativa?

“Mah, per quelli che sono all’estero siamo sui 2400-2.500 euro. Netti, eh!”.

A parte le telefonate di insulti, quante candidature avete ricevuto?

“All’incirca una cinquantina”.

Con i requisiti richiesti?

“Sì. Certo, ora andranno valutati in modo più approfondito”.

Fin qui la chiacchierata con la vice presidente. E’ evidente che il gruppo di Grugliasco rispetta tutte le leggi, non fa assolutamente nulla di irregolare. E però non si può evitare di chiedersi che mercato del lavoro sia quello in cui persone iper-qualificate devono lavorare quasi quattro anni per arrivare ad avere un contratto “normale”, per raggiungere una retribuzione non certo stellare. Decisamente c’è qualcosa che non va.

Questo il comunicato diffuso dal gruppo poco fa (come si vede l'oggetto è "Rettifica", ma il contenuto non rettifica nulla)


Syndicate   Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation